GALA con le Stelle dello STUTTGART BALLET

Gran Gala

Prima nazionale

Costo Spettacolo 31 luglio:
I settore: intero € 25,00 / Ridotto € 23,00
II settore: intero € 23,00 / Ridotto: € 20,00

ATTENZIONE: In caso di PIOGGIA lo spettacolo sarà spostato al chiuso presso il TEATRO VASCELLO
(Via Giacinto Carini, 78)

Con:
Alicia Amatriain
Elisa Badenes
Rachele Buriassi
Hyo Jung Kang
Daniela Lanzetti
Costantine Allen
Alexander Jones
David Moore
Pablo von Sternenfels

Flamme de Paris
Coreografia: Vasilij Vajnonen
Musica: Boris Assafiev
Interpreti: Rachele Buriassi, Costantin Allen

Passo a due da Romeo e Giulietta
Coreografia:
John Cranko
Musica S.Prokofiev
Interpreti:  Hyo Jung Kang,David Moore

Holberg pas de deux
Coreografia
John Cranko
Musica: Edvard Grieg, estratti da Holberg Suite
Interpreti: Alicia Amatriain, Alexander Jones

Diana e Atteone
Coreografia
: Marius Petipa
Musica: Riccardo Drigo
Interpreti: Elisa Badenes, Pablo von Sternenfels

Come neve al sole
Coreografia
Rolando d’Alesio
Musica: Peter Schindler
Interpreti: Daniela Lanzetti, Costantine Allen

Appositamente ideato per Invito alla Danza, il Gala è una testimonianza del lavoro che John Cranko ha svolto in una delle più importanti compagnie europee, lo Stuttgart Ballet. Lo spettacolo rispetta fedelmente lo spirito della compagnia, presentando sia passi a due fra i più significativi della sua produzione, come la scena del balcone da “Romeo e Giulietta” o “Pas de Deux Holberg”, ma anche performances realizzate all’interno della compagnia da nuovi coreografi, come “Little Monsters” di Demis Volpi o “Come Neve al Sole” di Rolando D’Alesio, entrambi artisti supportati dalla Noverre Society, l’organizzazione di Stoccarda che promuove la nuova coreografia e “Mona Lisa” di Itzik Galili. Dalla grande compagnia tedesca non sono dimenticate le radici classiche che vengono rappresentate da due capisaldi della tecnica accademica come “Flamme de Paris”, “Diana e Atteone”. Conclude la serata un estratto da “La Bella Addormentata” firmato da Marcia Haydée, storica étoile della compagnia, musa ispiratrice di Cranko, che per un periodo è stata anche direttore dello Stuttgart Ballet.

Lo STUTTGART BALLET ha una lunga ed importante storia. Hanno lavorato a Stoccarda celebri coreografi e direttori come Jean-Georges Noverre, Filippo Taglioni, August Brühl, Oskar Schlemmer. Nel 1961 il giovane coreografo John Cranko è invitato a dirigere la compagnia, per la quale creerà nuove importanti coreografie e formerà un ensemble di ballerini di incredibile talento. Ricordiamo, oltre alla sua musa ispiratrice Marcia Haydée, indimenticabile interprete di Romeo e Giulietta, artisti quali Egon Madsen, Richard Cragun, Birgit Keil, Susanne Hanke ecc…  Cranko ha inoltre supportato la Noverre Society, l’organizzazione di Stoccarda che ancora oggi sponsorizza i danzatori della compagnia che vogliano cimentarsi nella coreografia. Grazie al supporto di questa società sono nati coreografi del calibro di Jirì Kyliàn, John Neumeier, William Forsythe, Uwe Scholz, Renato Zanella , Christian Spuck. Dopo solo 12 anni dal suo arrivo a Stoccarda, John Cranko muore improvvisamente all’età di 45 anni. La direzione verrà presa prima da Glen Tetley, poi da Marcia Haydée. Dal 1996 lo Stuttgart Ballet è diretto da Reid Anderson, che ha mantenuto sia il carattere di internazionalità che il progetto “giovani coreografi” ideato da John Cranko.